Sostituzione Infissi DETRAZIONE [2020]

Vuoi SOSTITUIRE i tuoi VECCHI INFISSI.

Ed approfittare della detrazione fiscale.

Ma hai un sacco di dubbi. 🙁

Ti starai chiedendo:

  • come funziona la detrazione fiscale degli infissi?

  • cosa posso detrarre?

  • quale la documentazione necessaria?

  • servono dei permessi?

  • chi è Enea?

  • e l’IVA?

  • come devo pagare i miei infissi?

  • e le porte interne?

Oggi troverai risposta ai tuoi dubbi.

Lo imparerai in 10 SEMPLICI PASSI ovvero

  1. detrazione per sostituzione infissi: cos’è

  2. sostituzione infissi detrazione 2020: come funziona

  3. sostituzione infissi esterni detrazione: quando puoi ottenerla

  4. detrazione sostituzione infissi documenti: cosa ti serve

  5. sostituzione infissi 50 o 65: eliminiamo ogni dubbio

  6. sostituzione infissi causale bonifico: come devi pagare

  7. sostituzione infissi detrazione enea: chi devi informare

  8. sostituzione infissi detrazione iva: quale l’aliquota da applicare

  9. sostituzione vetri infissi detrazione: se e quando ti conviene

  10. sostituzione infissi interni detrazione: si può?

Un sacco di carne sul fuoco.

Per imparare a risparmiare un sacco di soldini.

Iniziamo! 😉

01 DETRAZIONE PER SOSTITUZIONE INFISSI: Cos’è

Innanzitutto devi capire cos’è la detrazione.

La detrazione fiscale per la sostituzione dei serramenti, è un credito d’imposta che si acquisisce nei confronti dell’erario.

Ovvero verso lo Stato italiano.

A fronte della spesa sostenuta per la sostituzione dei tuoi vecchi serramenti, ti verrà riconosciuto un credito.

Un vero e proprio “bonus”, pari al 50% della spesa complessiva (IVA inclusa).

NON ti verranno però inviati dei soldi, sul tuo conto corrente.

Potrai invece detrarre questo “Bonus” dalle imposte che dovrai versare.

Ma non preoccuparti: chiariremo ogni dettaglio nel proseguo della lettura.

Bando quindi alle ciance, e passiamo al secondo capitolo.

Vedremo nel dettaglio come funziona la detrazione.

detrazione sostituzione infissi

02 SOSTITUZIONE INFISSI DETRAZIONE 2020: Come funziona

Ecco come funziona la la detrazione fiscale.

Per poter comprende appieno il funzionamento della detrazione dovremmo far uso inevitabilmente dei numeri !

Seguimi però con attenzione.

E’ più semplice di quello che credi.

QUANTI SOLDI POSSO DETRARRE?

Come dicevamo, è possibile ottenere, una detrazione fiscale pari al 50% della spesa sostenuta (inclusa anche l’IVA).

Se ad esempio abbiamo sostenuto una spesa per la sostituzione dei serramenti, pari ad un importo di € 10.000,00 +IVA, potremmo ottenere una credito d’imposta pari a € 5.500,00 ovvero:

  • € 10.000,00 + IVA = € 10.000,00+ € 1.000,00 (IVA al 10%) = € 11.000,00

Il 50% di € 11.000,00 è pari a € 5.500,00.

Su una spesa quindi di € 11.000,00 (IVA inclusa) otteniamo un credito d’imposta dallo Stato italiano pari a € 5.500,00.

Indubbiamente una cifra consistente!

Come già precedentemente evidenziato, lo Stato Italiano non ti verserà € 5.500,00.

Ma ti riconosce invece un credito di pari importo.

Anziché utilizzare i tuoi soldi per pagare delle tasse, li potrai utilizzare infatti per sostituire i serramenti di casa tua!

Non male.

In pratica, potrai dedurre il tuo “bonus” dalle tasse che andrai a pagare.

Nei prossimi 10 anni.

DETRAZIONE 50%

QUANTO TEMPO DURA LA DETRAZIONE?

Riprendiamo quindi l’esempio di prima.

Abbiamo un credito d’imposta pari a € 5.500,00.

Lo possiamo utilizzare nei prossimi 10 anni.

E precisamente € 550,00 per ogni anno ( € 5.500,00 : 10 anni = € 550,00 ogni anno)

Se per esempio risulta, dalla tua dichiarazione dei redditi di quest’anno, che dovrai pagare imposte per un importo di € 1.500,00, utilizzando il “bonus” ne pagherai invece solamente € 950,00

  • € 1.500,00 tasse – € 550,00 credito acquisito = € 950,00

Dobbiamo ricordare che il credito d’imposta annuo ottenuto, nell’esempio pari a € 550,00, lo dobbiamo utilizzare esclusivamente nell’anno di riferimento.

Altrimenti andrà perduto!

QUANTO MI CONVIENE DETRARRE? 

Continuiamo con il nostro esempio, per essere più chiari.

Mettiamo tu debba pagare invece, per l’anno in corso, imposte per un importo di € 500,00.

Abbiamo, come sappiamo un credito d’imposta annuo di € 550,00.

In questo caso, andrai a pagare imposte pari a € 0,00 perché il tuo credito è superiore al debito.

La differenza di credito rimanente pari € 50,00

  • € 550,00 credito – € 500,00 imposte = € 50,00

andrà perduta perché non potrai recuperarla negli anni successivi!

Da quello che hai potuto capire, hai la massima convenienza quando sostieni una spesa che sia proporzionata alle imposte.

Che paghi mediamente ogni anno.

sostituzione infissi detrazione 2020

COME OTTIMIZZARE IL MIO RISPARMIO?

Ipotizziamo di pagare mediamente ogni anno imposte pari a € 2.000,00.

Questo importo, cioè € 2.000,00 dovrà essere quindi il nostro credito d’imposta annuo massimo.

Per cui per i prossimi 10 anni sarà

  • € 2.000,00 x 10 anni = € 20.000,00 e se rappresenta il 50% abbiamo che
  • (€ 20.000,00 : 50) x 100 = € 40.000, 00

€ 40.000, 00 sarà quindi, nel nostro caso, l’importo di spesa (IVA inclusa) che ci consentirà di ottenere la massima convenienza dell’investimento.

E’ importante però sapere che, nel caso di un nucleo famigliare, possono utilizzare la detrazione tutti i componenti famigliari che hanno un reddito ( il marito, la moglie, i figli che vivono nella stesa abitazione …)

La spesa quindi per la sostituzione può essere ben più alta dei € 40.000,00 ipotizzati prima.

La detrazione massima non può superare comunque i 60.000 €.

Concentriamoci ora sul prossimo capitolo ovvero “quando si può ottenere”.

sostituzione infissi detrazione fiscale

03 SOSTITUZIONE INFISSI ESTERNI DETRAZIONE: Quando puoi ottenerla

La detrazione del 50%, per la sostituzione dei serramenti, si può ottenere nei seguenti casi:

  1. Sostituzione serramenti esistenti

    • La detrazione è ammessa solo nel caso di sostituzione di serramenti esistenti con nuovi serramenti più preformanti. Nel caso tu stia invece costruendo una nuova abitazione non puoi richiedere la detrazione per l’acquisto dei serramenti.
  2. Scuri

  3. Sostituzione vetri

SOSTITUZIONE VECCHI SERRAMENTI

Nel caso di nuovi serramenti, il valore di isolamento minimo richiesto (trasmittanza termica) non deve superare il limite.

previsto nell’apposita Tabella 4 _ Appendice B del Decreto 26/06/2015.

Come noterai il valore limite attuale si abbasserà ulteriormente a partire dal 01/01/2021.

Quindi, ad esempio, in zona F, la trasmittazza Uw del nuovo serramento non dovrà superare il valore di 1,70 W/m2K a partire dal 1/10/2015.

E di 1,00 W/m2K a partire dal 01/01/2021.

sostituzione infissi detrazione 50 cosa fare

Come puoi notare dalla tabella precedente, il valore di trasmittanza termica minimo richiesto, varia in base alla ZONA CLIMATICA.

Ovvero al luogo in cui verranno installati i nuovi serramenti (zona A, B, C, D, E, F ).

Nella seguente grafica ecco rappresentata l’Italia suddivisa appunto per Zone Climatiche.

Come potrai ben capire questa suddivisione ha un senso.

Si richiede infatti un maggiore isolamento, e quindi una diminuzione delle dispersioni di energia, soprattutto nelle zone più fredde ( Blu + Celeste).

detrazione per sostituzione infissi

E GLI AVVOLGIBILI?

Puoi ottenere la detrazione anche per gli avvolgibili ed i cassonetti.

Le ZANZARIERE invece non sono detraibili.

Lo sarebbero, considerandole come schermature solari.

Ma in realtà, il valore limite di protezione solare ( Gtot ), deve essere < di 0,35.

Un valore impossibile da raggiungere con una zanzariera!

CHI PUÒ USUFRUIRE DELLA DETRAZIONE?

Ecco i soggetti che possono beneficiare della detrazione fiscale degli infissi:

  1. Proprietari o nudi proprietari

  2. Titolari di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie);

  3. Locatari o comodatari.

04 DETRAZIONE SOSTITUZIONE INFISSI DOCUMENTI: cosa ti serve

La documentazione necessaria, per ottenere la detrazione fiscale degli infissi, dipende dal tipo di intervento, ovvero:

  1. sola sostituzione infissi

  2. ristrutturazione con sostituzione degli infissi

Cambia la procedura per inviare la documentazione.

Ma quello che ti serve per i serramenti, è comune in entrambi i casi.

COSA TI SERVE PRIMA DELLA SOSTITUZIONE DEI SERRAMENTI?

La semplice sostituzione degli infissi è intesa come Manutenzione Ordinaria.

Non devi inviare quindi nessuna comunicazione al tuo Comune.

Prima del 07 aprile 2018 le cose erano meno semplici.

In quando la sostituzione degli infissi, con cambio serramenti di materiale o colore diverso, era intesa anutenzione Straordinaria.

Con le conseguenze che ne segue.

La pubblicazione del “Glossario Edilizia Privata“, avvenuta il 7 aprile 2018 ha fatto chiarezza.

Al PUNTO 6 è indicato chiaramente che

  • riparazione
  • sostituzione
  • rinnovamento

dei serramenti ed infissi interni ed esterni è da intendersI come Manutenzione Ordinaria.

Quindi, non devi avvisare nessuno! 😉

QUALE LA DOCUMENTAZIONE AL TERMINE DEI LAVORI?

La documentazione necessaria, per ottenere la detrazione fiscale degli infissi, dipende dal tipo di intervento, ovvero:

  1. sola sostituzione infissi

  2. ristrutturazione con sostituzione degli infissi

Cambia la procedura per inviare la documentazione.

Ma quello che ti serve per i serramenti, è comune in entrambi i casi.

Ti sarà necessario avere a disposizione:

  • grado isolamento (trasmittanza termica) dei nuovi serramenti (te la fornisce il tuo serramentista)
  • trasmittanza termica dei vecchi serramenti
  • fatture
  • estremi pagamenti effettuati con bonifico bancario

Con la documentazione in tuoi possesso potrai così inviarla ad Enea.

Per ottenere la detrazione.

COME? Lo scoprirai fra pochissimo! 🙂

05SOSTITUZIONE INFISSI 50 o 65: elimina i tuoi dubbi!

Dal 01 gennaio 2018 la detrazione per la sostituzione degli infissi è pari al 50%.

NON più quindi al 65%, come lo era fino al 31 dicembre 2017.

Questo vale sia nel caso di

  1. sola sostituzione degli infissi, ovvero riqualificazione energetica (ECOBONUS)
  2. ristrutturazione edilizia con sostituzione degli infissi (BONUS CASA).
sostituzione infissi 50 o 65

06SOSTITUZIONE INFISSI CAUSALE BONIFICO: come devi pagare

In pagamenti dei tuoi infissi devono avvenire tassativamente SOLO tramite bonifico bancario.

A meno che non si tratti di un’azienda.

NON puoi quindi utilizzare:

  • contanti
  • assegno bancario
  • assegno circolare

ATTENZIONE: devi utilizzare un bonifico specifico!

Non puoi effettuare il pagamento tramite un Bonifico Bancario Ordinario.

Ma utilizzare il Bonifico Bancario dedicato, e la causale corretta.

Ecco come puoi fare:

  • Scegli il BB a seconda della Tipologia di intervento che intendi effettuare ovvero:
    • qualificazione energetica
    • ristrutturazione
  • scrivi la causale del versamento, con indicazione degli estremi della legge di riferimento, scegliendo fra:
    • Riqualificazione energetica: Legge 296/2006
    • Ristrutturazione edilizia: art. 16 bis del DPR 917/86
  • indica il codice fiscale del beneficiario della detrazione
  • inserisci il numero di partita Iva o il codice fiscale del soggetto a favore del quale è effettuato il bonifico (ditta o professionista che ha effettuato i lavori).
sostituzione infissi causale bonifico

07SOSTITUZIONE INFISSI DETRAZIONE ENEA: chi devi informare

Una volta terminata la sostituzione dei tuoi serramenti devi inviare i dati ad Enea.

Entro 90 giorni dal termine dei lavori.

ENEA è l’ Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile.

La documentazione va inviata per via telematica, ovvero attraverso il sito web dedicato.

Una volta effettuata la registrazione, ed ottenuti i codici di accesso, si può procedere con la compilazione dei dati richiesti.

Dovrai inserire:

  1. i dati di chi richiede la detrazione
  2. i dati dell’immobile oggetto della sostruzione degli infissi
  3. il valore energetico dei nuovi serramenti (trasmittanza termica) ma anche di quelli vecchi dismessi
  4. la spesa sostenuta per la sostituzione degli infissi (inclusa l’IVA)

Una volta completata la compilazione puoi procedere con l’invio.

QUALI DOCUMENTI CONSERVARE?

Avrai poi cura di conservare:

  • copia della “Scheda descrittiva dell’intervento
  • il codice CPID (Codice Personale Identificativo) che conferma l’avvenuto invio della documentazione
  • copia dei pagamenti effettuati tramite bonifico bancario
  • originali o copia delle fatture pagate

La domanda per la detrazione del 50 %, in caso di sostituzione dei serramenti, non deve essere necessariamente presentata da un tecnico abilitato,.

Lo può fare l’utilizzatore finale stesso, quindi anche tu.

Purché, ovviamente, possieda le conoscenze e le informazioni necessarie.

Un errore, nella presentazione della domanda, potrebbe significare la perdita della detrazione.

Quindi occhio!

In casi più complessi come

  • riqualificazione energetica complessiva dell’edificio (serramenti, isolamento a cappotto, pannelli solari)
  • ristrutturazione dell’immobile, oltre alla sostituzione dei serramenti

è indispensabile rivolgersi ad un tecnico specializzato ed abilito.

I calcoli da effettuare e la documentazione da presentare diventano infatti particolarmente complessi.

sostituzione infissi detrazione enea

08SOSTITUZIONE INFISSI DETRAZIONE IVA: quale l’aliquota da applicare

La definizione della corretta aliquota IVA da applicare, in caso di sostituzione degli infissi, non è sempre semplice.

Dipende infatti dal tipo di intervento.

Devi quindi definirla appoggiandoti ad una persona esperta.

Come un commercialista.

In collaborazione con il tuo serramentista ed eventualmente il progettista.

Non improvvisare in questi casi!

Rischi la perdita della detrazione ed anche eventuali sanzioni.

In linea di massima, i casi sono principalmente due:

  • Sola sostituzione dei serramenti, ovvero Manutenzione ORDINARIA
    • l’IVA va applicata in parte al 10% ed in parte al 22% perché si parla di “beni significativi” con cessione di beni
  • ristrutturazione con sostituzione degli infissi, ovvero Manutenzione STRAORDINARIA
    • in questo caso l’aliquota IVA è pari al 10%
sostituzione infissi detrazione iva

09SOSTITUZIONE VETRI INFISSI DETRAZIONE: se e quando ti conviene

E’ possibile la sostituzione anche dei SOLI VETRI.

Delle tue vecchie finestre.

E’ un intervento che devi valutare attentamente.

Per capire, innanzitutto, se la spesa ti permette di ottenere un risultato efficace.

Ma anche se ti sarà possibile ottenere la detrazione fiscale!

Per poter usufruire della detrazione fiscale, devi raggiungere infatti un valore minimo di isolamento complessivo.

Nell’articolo “Sostituire Vetri Finestre” trovi tutte le informazioni che ti servono.

Ti consiglio di leggerlo attentamente.

Se intenti sostituire i vetri delle tue vecchie finestre.

10SOSTITUZIONE INFISSI INTERNI DETRAZIONE: si può?

NO, le Porte Interne sono escluse!

Ma anche i pavimenti.

Rientrano solo

  • mobili
  • arredi
  • elettrodomestici con classe superiore ad A+ (A per i forni)

Per un importo massimo detraibile di € 10.000

E solo in caso di RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA.

E quindi Manutenzione Straordinaria.

Non in caso, quindi, di semplice manutenzione ordinaria.

Nella “GUIDA BONUS MOBILI“, pubblicata da Enea, trovi ulteriori informazioni utili!

sostituzione infissi interni detrazione

xx CONCLUSIONI

Ora hai un sacco di informazioni.

Per sapere come detrarre la spesa dei tuoi nuovi infissi.

Un motivo in più, per valutare di buttare le tue vecchie finestre.

E vivere meglio!

Vuoi rimanere aggiornato?

Entra anche tu nel CLUB  FC !

Ti avviserò all’uscita di un nuovo articolo, ma ci saranno anche molte novità riservate agli iscritti.

Imparerai a rendere migliore la tua casa. Per vivere meglio! 🙂

Ovviamente l’iscrizione è gratis e sicura!

Per qualsiasi dubbio puoi lasciare anche un tuo commento.

Utilizzando il form dedicato alla fine dell’articolo.

HAI BISOGNO DI AIUTO?