TERMOGRAFIA SERRAMENTI

Ecco un metodo efficace per scovare i punti deboli della tua abitazione.

TERMOGRAFIA SERRAMENTI

La tua casa ha molte dispersioni, la spesa per il riscaldamento/condizionamento è eccessiva,non riesci a dormire per il baccano che ti circonda,  la condensa e le muffe non dovrebbero esserci.

Vorresti migliorare  il tuo modo di vivere, risparmiare denaro e rendere più bella la tua abitazione…ma non sai da dove iniziare!

Per effettuare un intervento mirato è importante infatti capire quali sono i punti deboli dell’edificio, per concentrarvi gli sforzi con interventi accurati.

Evitando di buttare i tuoi soldi per soluzioni inefficaci.

Vi sono vari metodi per farlo, vari modi di “scovare” dove sta il problema, e li approfondiremo assieme, uno alla volta, nei prossimi articoli.

Ma iniziamo dal primo: LA TERMOGRAFIA

Perché tu possa comprendere chiaramente di cosa si tratta andremo per ordine ovvero:

  • Cos’ è la termografia
  • Come si effettua
  • A cosa serve
  • Perché ti è utile

COS’E

La TERMOGRAFIA è un modo particolare di fotografare gli oggetti,  rilevandone  la temperatura superficiale attraverso l’immagine acquisita.

Evidenziandone quindi i punti caldi e freddi.

COME SI EFFETTUA

Per rilevare un immagine termografica si utilizzano delle speciali fotocamere a raggi infrarossi.

Il più noto produttore è FLIR, azienda americana con sedi in tutto il mondo.

Esse possono avere svariate forme e funzioni ma ciò che le accomuna è la capacità di evidenziare le varie temperature superficiali dell’oggetto fotografato.

Le temperature vengono rappresentate nella foto da diversi colori, partendo dalla più fredda (celeste) alla più calda (rosso)

A COSA SERVE

Attraverso la foto effettuata, dal confronto dei vari colori (temperature), si possono capire chiaramente quali sono i punti freddi nonché i punti caldi della superficie rilevata.

PERCHE’ TI E’ UTILE

E’ evidente che la termografia può rappresentare un valido ed efficace aiuto nello scovare i punti deboli della tua casa.

Potrai ad esempio, nel periodo autunnale od invernale,  effettuare la termografia dell’edificio sul lato esterno, rilevandone i punti più caldi (colore rosso).

Non avrai dubbi quindi nel capire dove il caldo “fugge”, ovvero dove avvengono realmente le dispersioni

Potrai anche farlo, nel periodo estivo, soprattutto se la tua abitazione è rinfrescata dal condizionatore,  rilevandone, viceversa, i punti più freddi (colore celeste). E’ da li che il fresco se ne sta andando !

Riuscirai a sapere se le dispersioni avvengo quindi attraverso i muri, i serramenti o il tetto.

Questo ti permetterà, come dicevamo, di pianificare degli interventi specifici concentrandoti sui punti critici.

Raggiungerai quindi i risultati che ti eri posto, investendo in maniera oculata  le tue risorse.

Ricordati intanto che….dove entrano gli spifferi…passa anche il rumore. Ma lo approfondiremo nella “prossima puntata”.

Siamo giunti alla fine di questo articolo.  Spero ti sia stato utile.

Come avrai capito, per effettuare in modo efficace queste rilevazioni bisogna essere formati, competenti e muniti della giusta attrezzatura.

Esistono specifiche figure professionali che svolgono tale servizio.

Lo puoi fare eventualmente anche tu, noleggiando una termocamera; è importante però saper interpretare in modo corretto i dati rilevati.

Intanto ora sai cos’è , ma soprattutto ti è chiaro a cosa serve.

Ti eviterà parecchi problemi.

Se hai dubbi o richieste, o se vuoi approfondire l’argomentonon esitare a contattarmi, lasciando un tua richiesta o un tuo commento nell’apposito spazio.

Continua a seguire Window Blog , approfondiremo nei prossimi articoli ulteriori metodi di misurazione !

Window Blog è nato per creare contenuti utili per te (non per me)... Hai qualche dubbio, richiesta, consiglio?

(scrivi un tuo commento nel form sotto)